I’m a Wedding, Portrait and Lifestyle Photographer living in Amalfi Coast

Chi Sono

L'occasione di spiare la vita da un punto di vista privilegiato.

Non sono molto bravo a descrivere me stesso, ma ci provo. Vivo ad Agerola, in Costiera Amalfitana. Sono da sempre stato un po’ sognatore e con tante aspirazioni. Affascinato da ciò che è in grado di suscitare emozioni e dal mondo che mi circonda. Molti sogni nel cassetto, ma mai avrei pensato di diventare fotografo. Quando ero ragazzo sognavo di essere una ROCKSTAR, la musica più di tutto. La mia prima macchina fotografica l’ho incontrata a 17 anni, quando ho “rubato” quella di mio padre. Quel momento ha segnato la mia vita, anche se ancora non potevo saperlo. Sono state le circostanze che mi hanno portato un giorno a scegliere di fare della mia passione, un lavoro. Quindi perchè non provarci?

La Fotografia

La fotografia è un’arte, e l’arte è espressione di libertà. Di conseguenza, per me, fotografare è un modo per esprimere libertà e creatività. La creatività è qualcosa di prezioso e bisogna continuamente alimentarla con tutti i mezzi possibili e con la nostra esperienza. Credo che la fotografia sia occhi, ed ogni macchina fotografica è una persona che sente, vede e sceglie. La fotografia ci sceglie, non siamo noi a scegliere lei. Ho iniziato a fotografare i paesaggi, poi gli amici e le persone che incontravo. Più fotografavo la gente e più mi piaceva ed un giorno mi sono ritrovato dal nulla a fotografare matrimoni. La fotografia è la mia forma personale di linguaggio. E’ espressione del mio carattere e della mia personalità. E’ un modo per parlare di me agli altri, e tutto attraverso le immagini, per provare a cogliere il bello e le mille sfumature di chi incontro. Amo ciò che faccio, amo la mia vita e soprattutto amo le emozioni. Credo che esse siano un dono prezioso che l’uomo abbia ricevuto. Quando fotografo mi lascio attraversare dalle emozioni.

Il mio lavoro

26 APRILE 2014 – Se devo scegliere una data importante nella mia vita fotografica, eccola qui. In quel giorno ho aperto il mio studio fotografico. Un traguardo? No, un punto di partenza, fatto soprattutto di sacrifici. Da quel giorno è passato tempo, poco o tanto non riesco ancora a quantificarlo. Un tempo vissuto a pieno. Un tempo ricco di molte cose diverse, alcune davvero meravigliose, altre invece molto tristi. Durante questo periodo ho incontrato tanta gente che ha creduto in me, nei miei sacrifici, nel mio lavoro e nelle mie emozioni. Ho incontrato tanta gente che mi ha criticato, ostacolato e fatto crescere. E quindi ora, eccomi qui, a mettere a disposizione, di chi crede in me, la mia passione, la mia arte, i miei sacrifici e il mio lavoro.